Prima che tutto svanisca - di Elena Carrara


Mi sono svegliata presto questa mattina. Forse un rumore ha disturbato il mio sonno. Ho alzato la tapparella. E’ un giorno come molti altri quando la città dorme ancora. Sulla linea dell'orizzonte sta nascendo il sole. Il cielo è limpido, tinto da migliaia di sfumature. E' una vista surreale. Già si sente il calore della luce che filtra dalla finestra. I primi raggi del sole illuminano la stanza e dipingono i grattacieli vicini che ne riflettono la luce. Gli alberi sono adorni delle prime gemme, gli uccellini cinguettano e nella ricerca di cibo volano da un ramo all'altro. Le ombre della notte  svaniscono mentre  il prato del parco si colora di un verde brillante. Le fronde degli alberi si muovono per la leggera brezza mattutina. Nell' aria si diffonde il profumo della primavera, un profumo fresco e dolce.  I timidi raggi del sole che riescono a penetrare tra le fronde degli alberi in fiore illuminano e fanno risplendere le ultime gocce di rugiada che si sono formate nella notte. Fra poche ore la città riprenderà vita e la magia dell’alba svanirà nella frenesia di una normale giornata. Ma questa mattina non sarà dimenticata e la vita andrà avanti con lei.
Elena Carrara

Commenti

Post popolari in questo blog

Le mie vacanze estive - di Riccardo Baldo