L’incantevole risveglio della natura - di Selina Straiescu

Il termine primavera deriva dal latino “VER”, è la prima delle quattro
stagioni ed è posta tra l’inverno e l’estate.
Questa stagione inizia il 21 marzo, quando avviene l’equinozio, e termina
il 20 giugno ovvero quando si verifica il solstizio estivo.
Ma che cos’ha questa stagione di speciale?
Qualcuno di noi direbbe: “il risveglio della natura” ma io direi che è più di
un semplice risveglio, secondo me è l'inizio di una nuova vita.
La caratteristica più evidente è la violenza positiva con qui questa
stagione irrompe nelle nostre vite dopo i freddi mesi invernali.
Tutto intorno a noi comincia a rinascere: gli alberi si colorano di verde, i
primi fili di erba spuntano timidi e vigorosi dal terreno inaridito e freddo, le
prime rondini iniziano a solcare cielo azzurro, e con il loro canto, annunciano
al mondo l'arrivo della primavera.
Anche l’aria cambia: il vento frizzante del mattino comincia a farsi più
tiepido e si respira un profumo di rinascita. Le giornate si allungano, e godere
dei raggi di sole alla tarda sera scalda il cuore.
Vedere l’arrivo della primavera è un’emozione unica

Commenti

Post popolari in questo blog

La Primavera, solo pochi mesi per viverci insieme - di Ilaria Boeri